Cos'è un Tatau?

Curiosità Polinesiana 

Lo sapevate che...la parola “tatuaggio” dall’inglese “tattoo” nasce in Polinesia?
Questa parola nasce dal tahitiano “Tatau” con il significato di eseguire una doppia azione (“ta ta”) per imprimere nella pelle il colore (“u”).
Il tatuaggio nella società polinesiana ha una grandissima valenza!
Più che una decorazione personale come nella cultura occidentale, in Polinesia l’arte del tatuaggio è un rituale sacro che può indicare la propria genealogia, lo stato sociale, la famiglia e la maturità compiuta, e chi la pratica, il Tahu’a Tatau è considerato una sorta di stregone discendente dagli dei!
Esiste una leggenda a riguardo che narra la storia dei due figli del dio Ta’aora, Mata Mata Arahu e Tu Ra’i Po. I due fratelli erano molto affascinati da una ragazza di nome Hina, figlia di una famiglia di artigiani.
La ragazza viveva però rinchiusa in casa, lontana dalla società e dai suoi coetanei, poiché la madre voleva preservarne la purezza, ed era impossibile per i due fratelli, nonostante la discendenza divina, poterla vedere a causa della sua reclusione.
I due fratelli decisero così di trovare uno stratagemma per farla uscire di casa; i due si tatuarono sul corpo un motivo di nome Tao che incuriosì la ragazza a tal punto, che la fanciulla scappò dalla propria prigione per farsi tatuare a sua volta!
Nacque così l’arte del tatuaggio, ed ecco perché chi la pratica, veniva considerato discendente di un dio.

Commenti

Post più popolari